Serena Williams, furiosa con l'arbitro, perde la finale e la testa: «Ladro!»

Serena Williams, arrabbiatissima, perde le staffe e la finale degli Us Open. L'americana, sconfitta dalla 20enne giapponese Naomi Osaka in due set, è stata protagonista di una sfuriata con tanto di insulti nei confronti dell'arbitro Carlos Ramos che l'aveva sanzionata per coaching. "Io non imbroglio, mi devi delle scuse", ha urlato al giudice di sedia, negando di aver ricevuto indicazioni dal suo allenatore in tribuna, Patrick Mouratoglou. All'ennesimo botta e risposta la campionessa, che era a caccia del suo primo Slam da quando è diventata mamma, dà del ladro a Ramos, che a quel punto la penalizza togliendole un game. "A un uomo non l'avrebbe mai fatto", ha poi commentato quasi in lacrime Serena Williams, accusando il giudice di sessismo.