Carlo Cracco, scontrino esagerato: ecco quanto costano spremute e acqua al ristorante dello chef

FUNWEEK.IT - Carlo Cracco continua a dividere l’opinione pubblica per i prezzi stellari che propone nel suo nuovo ristorante a un passo dal Duomo di Milano: in questi giorni, per esempio, circola lo scontrino di un conto relativo ad un’ordinazione effettuata al bar annesso al lussuoso locale che sta fomentando gli haters del cuoco stellato e ex giudice di Masterchef. Secondo voi quanto si potrà mai spendere per tre spremute e due bottiglie di acqua liscia da 0,75? Gli avventori in questione hanno sborsato 41 euro in totale, di cui 14 euro soltanto per l’acqua. Forse conveniva fare direttamente colazione da Cracco: secondo quanto riportato dall’Huffington Post, per 25 euro al bar del noto chef servono viennoiserie a scelta, pane tostato, già leggermente imburrato, burro e marmellata, spremuta (a scelta tra arancia o pompelmo), caffetteria calda e la tanto discussa bottiglia d'acqua da 75 cl.
-- Chi è più ricco tra Carlo Cracco e Antonino Canavacciuolo? Ecco chi guadagna di più: la classifica vi stupirà